E-book: La figura del Director nella Limited by Shares di diritto inglese

Hai selezionato l’e-book “La figura del Director nella Limited by Shares di diritto inglese”, redatto da Guido Ascheri e Lucia Zeleznik in collaborazione con Fisco e Tasse. È possibile visualizzare l’E-book completo e scaricarne la versione PDF utilizzando il pulsante “Scarica l’E-book” alla fine questa pagina.

Abstract: La figura del Director nella Limited by Shares di diritto inglese

Dal punto di vista giuridico una “private company” inglese, per essere validamente costituita, deve avere almeno un amministratore, mentre una “public company” ne deve avere almeno due. Dal punto di vista pratico, inoltre, una società non può agire autonomamente, ed è per questo motivo che al momento della costituzione della stessa gli azionisti, attraverso lo Statuto societario, affidano ad uno o più amministratori il compito di gestire le attività aziendali.In seguito alla costituzione della nuova società, pertanto, l’amministratore o gli amministratori in carica potranno intraprendere le azioni che ritengono necessarie per raggiungere gli obiettivi aziendali e garantire la corretta gestione della società.

Nel diritto inglese, il ruolo e i doveri degli amministratori di una società vengono disciplinati principalmente dalle norme di diritto comune e da disposizioni normative specifiche quali quelle contenute nel Companies Act del 2006. A tale normativa si affiancano anche le disposizioni previste da una serie di altre leggi o regolamenti quali, fra gli altri, la legge sulla salute e la sicurezza sul lavoro del 1974, la legge sull’occupazione del 2008 e i regolamenti associati a quest’ultima, la legge sulla concorrenza del 1998, la legge sulla protezione dei dati personali del 1998 e la legge in materia di discriminazione, nonchè ulteriori legislazioni specifiche.

Inoltre, gli amministratori di una società sono tenuti a rispettare le disposizioni contenute in numerose altre leggi, tra le quali vanno menzionate, ad esempio, quelle in materia di insolvenza del 1986 e del 2000, la disciplina delle imprese del 2002 e la legge in materia di interdizione degli amministratori di una società del 1986. La violazione di tali disposizioni può determinare l’interdizione dalla carica di amministratore e/o comportare una responsabilità personale a carico dell’amministratore stesso.

 

Scarica l’E-book Torna ai Quaderni