Regno Unito: Conseguenze per il lavoratore nel caso in cui il datore di lavoro perda la licenza di sponsor

Per poter richiedere il visto per lavoratori qualificati (Skilled Worker Visa), il lavoratore deve aver ricevuto una offerta di lavoro da un datore di lavoro inglese che abbia ottenuto da Home Office la licenza di sponsor (Sponsor Licence). Infatti, solo i datori di lavoro autorizzati da Home Office possono rilasciare al lavoratore il certificato di sponsorizzazione (Certificate of Sponsorship), necessario per la presentazione della domanda di visto.

Al fine di ottenere la licenza di sponsor, i datori di lavoro devono presentare apposita domanda e soddisfare alcuni requisiti. Se la domanda va a buon fine, essi dovranno rispettare tutti gli oneri (Sponsor Duties) che scaturiscono dalla licenza ottenuta. Il mancato rispetto di tali obblighi può comportare la perdita della licenza stessa. In questi casi, quali conseguenze scaturiscono per il lavoratore in possesso del visto?

Di solito, la licenza di sponsor è revocata quando il datore di lavoro commette una violazione grave dei suoi doveri. Se lo sponsor perde la licenza, il lavoratore non potrà continuare a lavorare e dovrà lasciare il Regno Unito, a meno che non ottenga un altro visto.

Oltre alla revoca della licenza, potrebbero verificarsi anche altre situazioni capaci di produrre effetti sui lavoratori che hanno ottenuto un visto. Ad esempio:

  • La licenza è sospesa: Se Home Office ritiene che vi siano fondati motivi per sostenere che il datore di lavoro stia violando i suoi doveri di sponsor, potrebbe sospendere la licenza in attesa di ulteriori indagini. A seconda dell’esito delle indagini, la licenza potrebbe essere ripristinata o revocata.
  • Trasferimento della licenza: Le licenze di sponsor non sono trasferibili tra le aziende. Quindi, in caso di trasferimento aziendale, i nuovi proprietari dovranno presentare una nuova domanda di sponsor per subentrare nella sponsorizzazione di eventuali lavoratori stranieri.
  • Mancato rinnovo: Le licenze degli sponsor hanno una durata di 4 anni che può essere rinnovata. Se il datore di lavoro non rinnova la licenza o se il rinnovo non va a buon fine, il lavoratore non può più continuare a essere sponsorizzato da quel datore di lavoro.

Se si verifica una delle situazioni sopra descritte anche il visto del lavoratore subisce delle conseguenze. Queste variano a seconda del fatto che, quando al datore di lavoro viene revocata o sospesa la licenza, il lavoratore si trovi già nel Regno Unito o sia ancora all’estero.

  • Se il lavoratore è già nel Regno Unito

Se, quando il datore di lavoro perde la licenza, il lavoratore si trova già nel Regno Unito il suo certificato di sponsorizzazione sarà annullato. Egli potrà restare nel Regno Unito solo per altri 60 giorni dalla data di annullamento del visto. Dopo tale periodo dovrà lasciare il Regno Unito, a meno che non presenti domanda per un altro visto entro il termine di validità del visto di cui è già in possesso. Se le motivazioni che hanno portato al ritiro della domanda di sponsor coinvolgono anche il lavoratore, quest’ultimo dovrà lasciare il paese immediatamente.

Nel caso in cui la licenza di sponsor sia sospesa, il lavoratore che è già nel Regno Unito potrà comunque iniziare a lavorare o continuare a lavorare, se ha già iniziato. Infine, se ha presentato domanda per estendere il visto, ma nel frattempo la licenza di sponsor viene sospesa, la domanda sarà elaborata solo al termine della sospensione della licenza.

  • Se il lavoratore non si è ancora trasferito nel Regno Unito

Se, quando il datore di lavoro perde la licenza, il lavoratore è ancora all’estero non gli sarà permesso di trasferirsi nel Regno Unito né quindi di iniziare a lavorare. Se, invece, è in attesa di una decisione della sua domanda, questa verrà rigettata. Nel caso in cui invece abbia ottenuto un visto ma non sia ancora entrato nel Paese, il suo visto sarà annullato. Se il lavoratore ha presentato domanda di visto ed è in attesa di una decisione ma nel frattempo la licenza di sponsor è sospesa, si deciderà sulla domanda solo al termine della sospensione della licenza. Invece, se è ancora all’estero e ha ottenuto il visto ma la licenza è sospesa, dovrà contattare UK Visas and Immigration (UKVI) per sapere con precisione cosa può o non può fare.

  • Trasferimento aziendale e mancato rinnovo della licenza

Il visto avrà una validità di 60 giorni (o meno, se è indicata una data diversa sul certificato di sponsorizzazione) se:

  • Il datore di lavoro non rinnova la licenza di sponsor;
  • Nel caso di trasferimento aziendale, il nuovo datore di lavoro non presenta domanda di sponsor (entro 28 giorni dal trasferimento).

Ove ricorra una delle due condizioni, il lavoratore non potrà continuare a lavorare e dovrà lasciare il Regno Unito, o presentare domanda per un altro visto. Se ha ottenuto il visto ma non è ancora entrato nel Regno Unito, il visto sarà annullato e non potrà entrare nel Paese.

Comments