Regno Unito: visti disponibili per il 2021/2022

Il Regno Unito, cosi come molti altri stati, ha predisposto un sistema di immigrazione con l’obiettivo di soddisfare le esigenze di carattere economico, culturale e sociale del paese. Come è noto, questo sistema di immigrazione ha subito sostanziali modifiche negli ultimi anni. Di seguito illustreremo i principali visti disponibili nel Regno Unito per il 2021 e il 2022 (si noti che l’elencazione non è esaustiva).

Innanzitutto, è necessario accertarsi che il soggetto abbia effettivamente bisogno di un visto e a questo scopo si consiglia di consultare la pagina di Home Office – “Check if you need a visa”. Se dopo tale controllo si hanno ancora dubbi è consigliabile fissare una consulenza con un avvocato che si occupa di immigrazione.

Standard Visitor Visa

Il visto turistico permette al richiedente di entrare nel Regno Unito:

  • Come turista.
  • Per visitare la famiglia o gli amici.
  • Svolgere attività di beneficenza, fino a 30 giorni, presso un ente di beneficenza riconosciuto.
  • Transitare per il Regno Unito per spostarsi in altro Paese.
  • Svolgere alcune attività, ad esempio partecipare a conferenze.
  • Partecipare ai programmi di scambio (school exchange programme).
  • Frequentare corsi, fino a 30 giorni.
  • Studiare o sostenere un esame.
  • Come academico, dottore o dentista;
  • Per cure mediche private.

A seconda della nazionalità del richiedente, potrebbe essere necessario presentare domanda per il visto standard ed entrare nel Regno Unito come visitatore per un periodo di tempo limitato. Per i cittadini di alcuni paesi, invece, il visto turistico è richiesto solo se la loro permanenza come visitatori è superiore ai sei mesi. Infine, se il richiedente ha intenzione di venire nel Regno Unito per sposarsi (ma non per vivere qui), dovrà richiedere un Marriage Visitor Visa.

Visti per motivi di lavoro

Quanto ai visti per lavoratori, esistono diverse categorie. Le principali sono:

  • Skilled Worker Visa – Può essere richiesto solo se il richiedente svolge una attività determinata e ha una specifica retribuzione presso un datore di lavoro che sia riconosciuto come sponsor.
  • Health and Care Worker Visa – si tratta di un visto specifico per coloro che hanno i requisiti per poter lavorare nella sanità o nell’assistenza con l’NHS, presso un organismo a essa collegata o nell’assistenza sociale per adulti. I candidati devono anche soddisfare il requisito minimo di stipendio e quello di lingua inglese. Con questo visto è possibile anche richiedere la residenza permanente, trascorso il tempo necessario.
  • Intra company Visa – questo visto è pensato per consentire alle aziende multinazionali di trasferire il loro personale in una branch o una sussidiaria nel Regno Unito.
  • Minister of Religion Visa (T2) – Si tratta di un visto per coloro a cui è stato offerto un lavoro, nel Regno Unito, all’interno di una comunità religiosa (ad esempio, come ministro della religione, missionario o membro di un ordine religioso).
  • International Sportperson Visa – È un visto per sportivi o allenatori qualificati, riconosciuti come professionisti a livello internazionale. Questo visto è concesso per un massimo di tre anni, anche se non è esclusa la possibilità di un rinnovo. Anche in questo caso, dopo cinque anni, è possibile ottenere la residenza permanente.
  • Temporary Work Visa – esistono diversi tipi di visti per lavori temporanei, tra cui il visto per beneficenza, il visto per lavoratori stagionali, il visto per programma di mobilità giovanile e il nuovo visto per laureati. Quest’ultimo (Graduate Visa) è per studenti internazionali che si sono recentemente laureati in un’università nel Regno Unito e consente loro di rimanere qui per altri due anni per trovare lavoro.

Visti per investitori

Il Regno Unito rimane una destinazione estremamente attraente per gli investitori internazionali di ogni tipo. I visti disponibili per questa categoria sono:

  • Innovator Visa – consente a coloro che hanno un business plan innovativo di venire nel Regno Unito per stabilire qui la propria attività. I candidati devono avere un’idea imprenditoriale nuova, innovativa e realizzabile. Inoltre, devono avere esperienza negli affari e almeno £ 50.000 da investire.
  • Start-up visa: è simile al visto per innovatori, ma è rivolto a coloro che hanno un forte potenziale ma meno esperienza. Inoltre, non sono richiesti fondi di investimento.
  • Investor visa: è un visto per investitori con più di 2 milioni di sterline da investire nel Regno Unito.

Visti per motivi di studio

Le principali tipologie di visto che possono essere richiesti per motivi di studio sono:

  • Standard Study Visa: è un visto per studenti che hanno più di 16 anni e che intendono frequentare un corso di studio presso un ente riconosciuto come sponsor. I candidati devono provare di avere fondi sufficienti per mantenersi nel Regno Unito e di conoscere la lingua inglese. Quest’ultimo requisito può essere provato con il superamento di un esame di lingua di livello A. Invece, per coloro che frequentano un corso universitario è richiesto un livello B2 o superiore; per quelli che frequentano un corso di livello inferiore alla laurea è sufficiente il livello di inglese B1.
  • Child study visa: questo visto è per bambini di età compresa tra 4 e 17 anni che desiderano studiare nel Regno Unito. Per questa tipologia di visto, oltre a provare di avere abbastanza risorse economiche per potersi mantenere nel Regno Unto, è necessario anche avere il consenso del genitore o tutore.
  • Short-term study visa: questo visto è per studenti internazionali che desiderano studiare nel Regno Unito per un periodo compreso tra 6 e 11 mesi. Il richiedente deve essere stato ammesso a un corso, in lingua inglese, presso un’istituzione riconosciuta.

Visti familiari

Il regime dei visti familiari è per coloro che hanno legami familiari nel Regno Unito.

Le principali categorie di visto per familiari sono:

  • Spouse/Partner visa: questo visto è per i cittadini stranieri che sono legati a un partner che è cittadino britannico o che si è qui stabilito. I candidati devono essere sposati, essere in una unione civile o essere conviventi da almeno due anni prima della presentazione della domanda. È anche possibile fare domanda se l’altro partner è cittadino UE/ SEE/svizzero che ha iniziato a vivere nel Regno Unito prima del 1° gennaio 2021, o se è in possesso di un visto come Turkish Businessperson, di un visto come lavoratore turco, o ha lo status di rifugiato o quello di protezione umanitaria nel Regno Unito. Infine, il richiedente deve soddisfare il requisito della lingua inglese (almeno livello QCER 1), avere un reddito di almeno £ 18.600 all’anno e disporre di un alloggio adeguato.
  • Parent visa – questo visto è per genitori di bambini che hanno la cittadinanza inglese, hanno il settled status, sono cittadini EU/EEA/Svizzeri che hanno iniziato a vivere qui prima della fine del 2020, o hanno vissuto nel Regno Unito per sette anni ininterrottamente.
  • Child Visa – per bambini i cui genitori vivono nel Regno Unito ma non hanno un permesso di soggiorno a tempo indeterminato (ILR). Diverso è il caso in cui i genitori hanno già l’ILR. Queste situazioni sono, di solito, complesse ed è perciò consigliabile l’assistenza di un esperto in materia.
  • Adult dependant relative visa: questo visto è per i cittadini che vivono al di fuori del Regno Unito ma che hanno bisogno di trasferirsi qui per assistere un parente. Nello specifico, possono presentare domanda se devono assistere a lungo termine un genitore, nipote, fratello, sorella, figlio che vive stabilmente nel Regno Unito. Il soggetto che necessita di aiuto deve essere un cittadino inglese, un cittadino UE/SEE/Svizzera che ha iniziato a vivere nel Regno Unito prima della fine del 2020 o deve avere lo status di rifugiato o essere sotto protezione umanitaria. Il richiedente deve inoltre aver compiuto 18 anni e dimostrare che il familiare che vive nel Regno Unito:
    • ha bisogno di assistenza a lungo termine per svolgere le attività quotidiane a causa di malattia, disabilità o età;
    • non ha accesso alle cure richieste nel paese d’origine (perché non sono disponibili o non sono accessibili);
    • che è in grado di fornire sostegno, l’alloggio e tutto il necessario senza che il richiedente debba richiedere fondi pubblici per almeno cinque anni.
  • Family Visa sulla base della vita privata – l’ultimo tipo di visto familiare è per coloro che già vivono nel Regno Unito e dovrebbero essere in grado di presentare domanda sulla base della loro vita personale. In particolare, ci si riferisce:
    • Ai minori di 18 anni che hanno risieduto nel Regno Unito ininterrottamente per almeno sette anni.
    • Ai ragazzi tra i 18 e i 24 anni che hanno vissuto ininterrottamente nel Regno Unito per più della metà della loro vita.
    • A chi ha 18 anni o più e ha trascorso meno di 20 anni nel Regno Unito e avrebbe problemi gravi se ritornasse a vivere nel paese di origine.
    • A chi ha 25 anni o più e risiede ininterrottamente nel Regno Unito da 20 anni.

Tra le altre categorie di visto disponibili ricordiamo:

  • British National (Overseas) – per i cittadini di Hong Kong considerati come cittadini britannici (oltremare) e per i loro familiari. I richiedenti potranno vivere, lavorare e studiare nel Regno Unito per un massimo di cinque anni e poi richiedere l’ILR.
  • Ancestry Visa: il visto di ascendenza è per i cittadini del Commonwealth, per i cittadini britannici d’oltremare, per i cittadini dello Zimbabwe che hanno almeno un nonno nato nel Regno Unito, nelle Isole del Canale o nell’Isola di Man. Questo visto è concesso per un massimo di cinque anni, trascorsi i quali è possibile richiedere l’ILR.

Comments