Messico: residenza e domicilio fiscale delle societa’

Le persone giuridiche che hanno stabilito “l’amministrazione principale dell’attività o la sede effettiva di direzione” in Messico sono considerate residenti fiscali nel paese. Di tanto in tanto, sorgono problemi con tali regole di residenza; ad esempio, quando una società costituita all’estero ha come membri del proprio consiglio di amministrazione soggetti residenti messicani e non è possibile ottenere alcuna prova che il consiglio agisca al di fuori del Messico.

Il Messico segue le regole tradizionali sulle stabili organizzazioni dell’OCSE e ha incorporato modifiche basate sull’Azione 7 del BEPS; pertanto, la tassazione del reddito prodotto dalle stabili organizzazioni può scaturire nei seguenti casi:

  • quando si ha una sede di affari nel Paese attraverso il quale si svolgono attività imprenditoriali o prestazioni professionali;
  • quando il non residente ha un agente che, ripetutamente, conclude contratti o conduce attivita’ volte alla conclusione di contratti da parte o per conto del soggetto straniero residente;
  • quando il soggetto non residente agisce abitualmente tramite un agente indipendente che non opera nell’ambito ordinario delle sue attività.

È importante ricordare che vige la presunzione secondo la quale una persona fisica o giuridica non e’ un agente indipendente quando agisce esclusivamente (o quasi esclusivamente) per conto di parti correlate estere.

Norme specifiche sono previste per:

  • stabili organizzazioni di compagnie di assicurazione sorte al momento della riscossione dei premi o dell’assicurazione contro i rischi nel territorio nazionale tramite un agente che non sia un agente indipendente;
  • trust con attività imprenditoriale, per il disponente o beneficiario che esercita l’attività attraverso il trust; e
  • servizi relativi a lavori di costruzione, demolizione, installazione, manutenzione su beni immobili, ovvero per attività di progettazione, ispezione o supervisione degli stessi, quando l’attività ha una durata superiore a 183 giorni calendaristici, consecutivi o meno, in un periodo rilevante di 12 mesi.

Come regola generale, il reddito attribuibile alla stabile organizzazione include quello derivante dall’esercizio dell’attività d’impresa. Alla stessa stabile organizzazione è imputabile anche la vendita di beni o immobili sul territorio nazionale da parte dell’ufficio centrale o di altra stabile organizzazione facente capo all’interessato. Sono altresì imputabili alla stabile organizzazione i redditi conseguiti dall’ufficio centrale, nella proporzione in cui la stabile organizzazione ha contribuito alle spese necessarie per ottenere il reddito.

Il flusso di utili al netto delle imposte dalla stabile organizzazione al contribuente all’estero è soggetto all’imposta sui dividendi del 10%. Per identificare la natura del flusso di cassa, una stabile organizzazione avrà sia un conto degli utili netti, al netto delle imposte, sia un conto di ripartizione del capitale; la presunzione è che gli ultimi flussi di cassa costituiscano rimborsi di capitale.

Vi sono, poi, alcuni situazioni eccezionali nelle quale non si ha l’insorgere di una stabile organizzazione in Messico.

Tra queste, il caso di una sede di attività che si occupa esclusivamente della consegna di merci per conto del soggetto non residente. Solitamente contenuta nei trattati contro la doppia imposizione è la norma standard OCSE che prevede che nessun reddito può essere riconducibile al mero acquisto di beni.

Allo stesso modo, i trattati contro la doppia imposizione del Messico prevedono, solitamente, la regola secondo la quale il reddito imponibile della stabile organizzazione e’ determinato come se fosse un’entità indipendente e separata che opera a condizioni di mercato.

Alcuni trattati contro la doppia imposizione riprendono le disposizioni della Convenzione modello delle Nazioni Unite sulla doppia imposizione, consentendo una presenza continuativa nel paese di origine per rendere servizi che danno luogo ad una stabile organizzazione.

Il caso delle maquiladoras

Sia ai sensi della legge sulla tassazione del reddito messicana (MITL) che del trattato contro la doppia imposizione tra Messico e Stati Uniti, quando un agente diverso da un agente indipendente modifica un inventario di beni di proprietà del non residente utilizzando beni anche di proprietà del non residente, cio’ costituisce una stabile organizzazione. In particolare, la stabile organizzazione si configura quando le condizioni economiche e giuridiche esistenti nel rapporto tra le due parti sono diverse da quelle che sarebbero realizzate da due soggetti indipendenti.

La MITL prevede regole secondo le quali, anche in questi casi, non si ha una stabile organizzazione in presenza di uno dei seguenti requisiti:

  • il reddito imponibile equivale ad almeno il 6,5% dei costi e delle spese, ovvero il 6,9% del valore della maggior parte dei beni utilizzati per svolgere l’attività; o
  • si ottiene dalle autorità fiscali un accordo preventivo sui prezzi per quanto riguarda il corrispettivo della maquiladora.

Tra gli altri requisiti e restrizioni, la normativa vigente prevede anche che almeno il 30 per cento dei beni utilizzati sia di proprietà della societa’ non residente o di un soggetto correlato e che la maquiladora ottenga il proprio reddito esclusivamente dalla trasformazione dell’inventario del soggetto non residente.

image_pdfDownload PDFimage_printPrint

Comments