Jersey: la nomina dei trustee

Il potere di nomina dei trustee è di solito contenuto nell’atto del trust ed è comunemente attribuito al trustee, volta per volta, o una terza parte che può essere ad esempio il settlor (il disponente) o il protettore del trust. Chi ha il potere di nominare trustee nuovi o aggiuntivi deve tenere conto di una serie di fattori ed evitare che le nomine siano nulle.

  • Potere fiduciario – Sebbene il potere di nomina di un trustee sia un potere amministrativo, è considerato di natura fiduciaria.
  • Doveri da considerare nell’esercizio del potere fiduciario – Riconosciuta la sua natura fiduciaria, il potere di nomina di un trustee deve essere esercitato solo a vantaggio dei beneficiari complessivamente considerati. Tale potere non può essere posto in essere a vantaggio personale di chi lo detiene; inoltre, nel momento in cui il titolare lo esercitata (anche se non è un trustee) deve essere consapevole dei suoi doveri fiduciari.
  • Nessun dovere specifico per un fiduciario uscente se il potere è esercitato da un terzo – Un fiduciario uscente non ha alcun obbligo specifico in relazione alla nomina di un nuovo fiduciario quando il potere di nomina è esercitato da un terzo.
  • Nomina di un nuovo fiduciario non idoneo – La nomina di un fiduciario non idoneo può avere come conseguenza la sua nullità o annullabilità.
  • Nomine invalide – In caso di nullità della nomina di un fiduciario, si può ritenere che il fiduciario uscente continui a detenere beni in trust in qualità di fiduciario fino a quando non ne sia nominato un altro.

Per quanto riguarda invece i doveri fiduciari bisogna considerare:

  • Dovere di agire in buona fede e nell’interesse dei beneficiari complessivamente considerati – La nomina di un fiduciario deve essere effettuata in buona fede e nell’interesse di tutti i beneficiari.
  • Dovere di prendere una decisione ragionevole quando si tratta di nominare un trustee.
  • Dovere di prendere in considerazione solo le questioni rilevanti – Questo dovere richiede all’appointor di prendere in considerazione solo le questioni rilevanti e di ignorare quelle irrilevanti.
  • Obbligo di non agire per scopi diversi – Se la nomina di un trustee è posta in essere per raggiungere scopi diversi da quelli poc’anzi visti, tale nomina può essere qualificata come abuso di potere e la stessa può essere considerata nulla.
  • Legge sui trust (Jersey) 1984 – Qualsiasi trustee che eserciti il ​​potere di nomina di un nuovo fiduciario deve assicurarsi di adempiere ai doveri generali di fiduciario ai sensi della Legge sui Trusts (Jersey) 1984 (e successive modifiche), compreso il dovere di agire (i) con la dovuta diligenza, (ii) come farebbe una persona prudente (iii) al meglio delle proprie capacità e in buona fede.
image_pdfDownload PDFimage_printPrint

Comments