Spagna: i cittadini britannici possono richiedere gli “special residence permits”

L’accordo di recesso del Regno Unito dall’Unione europea (“Withdrawal Agreement”) è entrato in vigore il 1° febbraio 2020. Tuttavia, è stato stabilito un periodo di transizione fino al 31 dicembre 2020, durante il quale i cittadini britannici possono continuare a circolare liberamente all’interno dell’UE ed essere trattati, in applicazione delle norme sull’immigrazione, come cittadini dei Paesi UE/SEE e della Svizzera. Durante tale periodo transitorio, i cittadini britannici saranno trattati allo stesso modo dei cittadini appartenenti all’UE e avranno diritto a spostarsi liberamente al suo interno.

I cittadini britannici, che entreranno in Spagna dopo la fine del periodo transitorio, saranno trattati come cittadini di Paesi terzi e saranno soggetti al regime generale di immigrazione previsto dalla Spagna. Viene fatta eccezione per coloro il cui diritto alla libera circolazione sorge alla fine del periodo di transizione; è il caso, ad esempio, dei bambini nati dopo il periodo transitorio da cittadini britannici che hanno ottenuto lo status di residente ai sensi dell’accordo di recesso. Tali individui avranno 3 mesi di tempo a partire dal momento della loro nascita o da quello del loro arrivo nel Paese dell’UE per esercitare il diritto di libera circolazione.

In conformità con le disposizioni previste dall’accordo di recesso, la Direzione Generale per l’Immigrazione e la Direzione Generale della Polizia hanno emesso una delibera comune contenente la procedura per il rilascio dei permessi di soggiorno ai cittadini britannici che si trovano in Spagna. Tale procedura stabilisce che i cittadini britannici, i membri delle loro famiglie e qualsiasi altra persona residente in Spagna alle condizioni stabilite nell’Accordo, possono fare richiesta per ottenere un permesso di soggiorno a partire dal 6 luglio 2020.

Secondo quanto stabilito dalla procedura, le circostanze in cui è possibile ottenere il permesso di soggiorno sono le seguenti:

  • Nel caso in cui il richiedente sia già in possesso di un certificato di registrazione temporanea o permanente come cittadino UE o di una carta di permesso di soggiorno per familiari UE;
  • Nel caso in cui il richiedente non sia in possesso né del certificato di registrazione né della carta di permesso di soggiorno per familiari UE, come menzionati sopra, perché’ non l’ha richiesta prima del 6 luglio 2020 o perché è arrivato in Spagna tra il 6 luglio 2020 e la fine del periodo transitorio.

In base alle circostanze del caso concreto, al fine di ottenere il permesso di soggiorno, il richiedente dovrà semplicemente recarsi presso una stazione di polizia o, in alternativa, andare prima all’Ufficio Immigrazione per ottenere il riconoscimento della propria residenza e poi alla stazione di polizia per il rilascio del documento.

Il permesso di soggiorno “temporaneo” sarà valido per cinque anni, quello “permanente”, invece, per dieci anni.

Per l’ottenimento di questi permessi di soggiorno “speciali”, i cittadini britannici dovranno fissare un appuntamento con l’autorità competente e presentare la domanda insieme a tutti i documenti necessari.

Tuttavia, le autorità considereranno il tempo trascorso fuori dal territorio spagnolo al fine di determinare se questo nuovo documento “speciale” potrà essere rilasciato oppure no, sulla base di quanto le assenze dalla Spagna abbiano influenzato lo status di residente del richiedente.

image_pdfDownload PDFimage_printPrint

Commenti