Regno Unito: reverse charge nel settore edilizio

Con il reverse charge il cliente, che riceve un servizio, deve pagare l’IVA direttamente ad HMRC anziche’ versarla al fornitore.

Tale normativa si applicherà alle imprese o agli imprenditori registrati IVA nel Regno Unito che forniscono servizi specifici nell’ambito del settore delle costruzioni.

La normativa non si applica, invece, ai servizi esenti con Vat dello 0% o qualora il cliente sia registrato per l’IVA in un paese straniero. Inoltre, non si applica ai servizi di costruzione forniti a coloro che HMRC considera come clienti finali o intermediari collegati a clienti finali.

L’inversione contabile sposta la responsabilità del pagamento della Vat ad HMRC dal fornitore al destinatario della fornitura.

Si prevede che l’inversione contabile avrà un effetto significativo sul settore delle costruzioni. Sebbene ci siano alcune eccezioni, in generale si applicherà alle forniture aziendali di servizi in campo edile ove il destinatario della fornitura non sia il consumatore finale. Tale normativa, quindi, influirà esclusivamente sulle forniture tra appaltatori, subappaltatori ed il resto della catena di approvvigionamento di materiali e servizi edili.

La normativa sarebbe dovuta entrare in vigore lo scorso anno, ma è stata posticipata a causa della sensazione generale che molte aziende edili non fossero a conoscenza della normativa o non fossero sufficientemente preparate per questo cambiamento.

Quest’anno, a causa del COVID 19, la sua attuazione è stata nuovamente posticipata e la sua entrata in vigore è prevista per il 1 ° marzo 2021, salvo ulteriori rinvii.

image_pdfDownload PDFimage_printPrint

Commenti